Aneddoti Terrypoem

 13494764_10206520894406516_9116453068526415911_n.jpg

CARI LETTORI, in questo periodo, vi allieterò con degli ANEDDOTI, naturalmente inventati da me, o almeno ci provo, per sorridere un po’ sulla nostra quotidianità, su quello che ci accade nelle varie situazioni del nostro vissuto giornaliero, sui fatti simpatici o meno, che ci lasciano un segno, un ricordo positivo o negativo,nella nostra mente…ma che comunque sia, ci insegnano qualcosa. Ho pensato di concentrare in una sola frase o pensiero (possibilmente in dialetto calabrese), l’esperienza o il fatto che richiama l’aneddoto con uno conseguente spunto di riflessione. Potrebbe essere, un modo nuovo, alla TERRYPOEM, di ironizzare e sdrammatizzare, e forse anche di non farci esasperare,dalle situazioni della nostra vita. Intanto,leggiamo insieme: che cosa è un aneddoto.

ANEDDOTO: Origine dal gr. anékdotos ‘inedito’- sec. XVIII- “Particolare curioso, inedito, raccolto a fine moralistico o ricreativo più che storiografico”.
Un aneddoto è la combinazione di un poema e di un racconto personale. Si focalizza su un particolare momento, sentimento, aspetto, personaggio o oggetto. Scrivendo un aneddoto mostreremo un determinato momento che può essere d’aiuto per gli altri o può aiutare te stesso in questioni di lavoro o personali. Può essere utile anche per esplorare il proprio carattere. Simile a una microstoria, che è un momento saliente descritto con molta enfasi in poche pagine, una vignetta non ha bisogno di troppa drammaticità, è una riflessione onesta e personale su qualunque cosa ti venga in mente o che hai provato. Articoli di giornale, blog e poesie sono validi esempi di aneddoti.

Teresa Averta

Annunci