FINO A CONSUMARE IL CIELO

14040081_10206891703676516_6900116493919217132_n.jpg

Sola,
come se nessuno sapesse,
che scrivendo mi curo le ferite
purifico il mio sangue dal dolore,
strappo le spine dal mio petto…
e traghetto parole senza fine
verso un oceano imperfetto.
Ascolto il tuo gemito lontano,
le tue lacrime portate da un gabbiano,
cadono dove la luce non tocca più il pensiero,
la pagina bianca non si arrende…scrive,
e scriverà fino a consumare il cielo.

Teresa Averta

Annunci