TERRA MIA

68a1fa_2aeca7e5525f449cbcbd3e8936f6b0b9

Oh amara terra mia,
tanto desiderata e amata
come una bella donna!
Virgulto di Dio,
dono meraviglioso all’umanità.
Ti ho usata,
violentata e devastata,
soffro come un verme
e mi vergogno di tanta iniquità.
Sei piena di lividi e ferite…
frecce e dardi scagliati alla cieca,
da stranieri del pianeta dell’odio.
Quante spaccature di sole e buio,
crepe sulle tue meraviglie,
quanto sangue sulla tua faccia,
quante bestemmie sul tuo suolo sacro.
Oh amara terra mia…
ricca e maledetta,
bruciata dall’ignoranza,
sporca di polvere e morte!
Terra mia ci guardi e piangi…
Ci hai tenuti come figli,
come pezzi di cuore…
Cuore di madre!
Il vento è forte nei tuoi occhi
e non vedi più nulla…
il dolore estremo è agonia senza fine…
resisti e perdonaci…se puoi,
non morire, respira ancora terra mia!

Teresa Averta

Annunci

3 pensieri riguardo “TERRA MIA

    1. Buona sera Vittorio e grazie…hai sentito attraverso i miei versi il mio stato d’animo; oggi è particolarmente legato al dolore della nostra terra e della nostra gente…e il mio è il grido, di un infelice poeta che balbetta e cerca di spiegare, intrappolandolo fra le mie righe:il dolore e la sofferenza atroce di questa terra che si ribella “giustamente”…ti auguro una buona serata!!!

      Liked by 1 persona

      1. Purtroppo non ci rendiamo conto che, se la Terra sta male, stiamo male anche noi: non la trattiamo come se fosse la nostra unica casa.
        Buona serata anche a te.

        Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.