CHE GIOIA RITROVARE LA STRADA!

conosci-te-stesso-essere-me-stesso.jpg

Un sano intellettuale ha voglia di dire, di raccontare, di provocare, di guardare le meraviglie del mondo e di restituirle a chi non le vede.

Sto imparando con gli anni a usare il mio strumento, la penna, con una certa cura, e anche con onesta intellettuale, se non lo facessi, che intellettuale sarei?

Ho voglia di dire, di mostrare, di indicare il Bene e il Bello e dirvi dove si trova. E di contemplarlo insieme ai voi, miei fratelli.

Non scrivo per l’élite. Scrivo per grandi, poveri e bambini.

Scrivo per denunciare anche. Cosa? Le ingiustizie, i soprusi, i disvalori.

Ho urgenza, perché sono legata al tempo e al luogo, al mondo. Sono sognatrice ma anche e soprattutto figlia della realtà. Neo-neorealista, iperrealista a tratti; vorrei fare storia nuova, fresca, e immutabile.

Quella in cui viviamo oggi, non mi piace perché l’amore non basta per essere felici. Non basta nemmeno per vivere, nemmeno per sopravvivere, nemmeno per costruirsi una serena e degna morte.

Perché tutto ciò che ci circonda è contrario all’amore.

L’amore è attenzione e dono, noi viviamo nella disattenzione e nella vacuità del possesso. L’amore è sapiente, noi siamo immersi nell’ignoranza.

L’amore è Amore per tutto: uomini, donne, bambini, animali, bestie, e anche per i cattivi purtroppo.

L’amore è misericordia verso noi stessi, prima che verso gli altri.

Ci stiamo perdendo il meglio di noi, ci stiamo dimenticando il senso di noi.

Se ci perdiamo… siamo morti già da vivi !!!

Aprite le vostre finestre al nuovo sole e fate entrare l’amore!

Ignorate i vostri pensieri ideologizzati da falsi miti e credenze.

Abbandonate le vostre mere convinzioni imbottite di estremi urbani, dove regnano rifiuti e reticolati di ferro e calcestruzzo…

Sgretolate i vostri muri alzati con i mattoni della falsità e della discordia. Gettate le pietre dell’ipocrisia e del rancore… chè come disse un “Immenso Uomo” duemila e più anni fa:  “chi è senza peccato scagli la prima pietra!”

E se avete perso la strada, ricalcolate il tragitto che vi riporterà comunque sulla via di casa. Se ce ne fosse una… e me lo auguro: Dentro voi stessi.

Ritornate in voi, ammorbiditevi… sarete… sarete più belli e più buoni!!!

E che Gioia ritrovare la strada!!!

Teresa Averta

 

Annunci