VENTO DI STORIA (Sonetto a Monteleone)

-Sonetto continuo: In questo caso le rime delle quartine sono riprese anche dalle due terzine. Schema d’esempio: ABBA ABBA BAB ABA- Una cristiana cittadella e forte rocca volesse Dio che Monteleone mio avesse, che del popol nemico non temesse, avendo un campanile ad ogni canto; e fosse d’ogni ben colmata quando bene pensare e lingua…

MONOVERSO

L’anima è sempre fresca finchè avrà la forza di abbeverarsi al giovane cuore che non si lascerà adagiare sul letto del tempo che vola via in fretta ma saprà farsi cullare sull’amaca dei ricordi da dove guarderà il suo meraviglioso cielo di vita. Teresa Averta

GOCCE DI POESIA

Non far così perchè mi fai emozionare… non far così perché anche tu sai pregare, credi insieme a me, che può cambiar qualcosa chè la vita va curata come una rosa. Le spine pungono perché c’è sofferenza, il profumo fa sbocciare la speranza. I poeti non sanno che significa mentire, perché sono angeli inviati a…

NON È PIÙ VITA

Comincia silente, qualche avvisaglia e poi è la fine, una madre colpita al cuore sopporta, sopporta e poi esplode. Crollano i ponti, crollano le speranze, Dio s’inchina e il diavolo fa le danze. Sì, perché non è colpa della morte ma di un potere molto più forte. Quello di madre nostra natura, che nessuno più…

AFORISMANDO

E’ con l’amore che ti guadagni le ali, e allora, sì, che saprai volare. T.A.

La scrittrice Teresa Averta incontra il Priore della Certosa di Serra San Bruno

IL MIO ARTICOLO ESCLUSIVO SU CITYNOW… http://www.citynow.it/teresa-averta-incontra-priore-della-certosa-serra-san-bruno/ Grazie di vero cuore al dott. Vincenzo Comi, per la sua costante gentilezza e grande professionalità, per il senso vero che ha dell’amicizia, e per il suo forte desiderio di conoscere esperienze nuove e divulgarle nel mondo. Grazie a tutta la redazione, sempre puntualissima ad aprirsi agli artisti,…

QUANTO SEI BELLA CALABRIA MIA

Quanto sei bella Calabria mia sei giglio profumato del tuo Dio. Sei fragranza inebriante e tenero aroma che si spande. Come una sposa innamorata, il creatore ti ha scelta e ti ha baciata. Come una dea inginocchiata ai piedi del cielo raccogli petali di luna al fulgido tramonto, che il sole baciò col suo canto…

DOMENICO, FIGLIO D’AMORE

-Di Domenico fu detto tanto -disse- Dante il sommo poeta- ed io ne parlo. Oggi, ho pensato anch’io al santo e scriverò di lui per aiutarlo. Domenico, felice e sorridente al mondo e alla natura appariva. Durante il giorno, affabile e presente con i fratelli e con gli altri si dimostrava. Di notte, nessuno era…

A TAVULA CALABRISI

Si sugnu a tavula Calabrisi mangiu e ‘mbivu pe ‘nu misi. Quandu a tavula è conzata pani i casa e suppressata, du frittellli fatti i juri ‘nci mangianu i povari e puru li gnuri, ‘nu morzu i formaggiu puru ‘ndi tocca e pemm’esti i pecura oppuru di vacca. ‘Nu pocu i malangiani i chiji sutt’ogghju…